Bando della Commissione Europea per favorire l’integrazione dei migranti

Fondo FAMI (scadenza 31 gennaio 2019)



È stata pubblicata la nuova edizione del bando per il 2018 con una dotazione complessiva di oltre 16 milioni di euro. Il bando è rivolto a enti pubblici, attori non-profit stabiliti in uno degli Stati UE e organizzazioni internazionali. La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è fissata al 31 gennaio 2019
 

Priorità bando 2018 (Ciascun progetto deve focalizzarsi su una sola priorità):

Priorità 1. Reti locali e regionali per l'integrazione di cittadini di Paesi terzi (budget: 6.000.000 euro)
Priorità 2. Progetti in materia di migrazione legale con Paesi terzi (budget: 6.000.000 euro)
Priorità 3. Integrazione dei cittadini di Paesi terzi vittime della tratta (budget: 2.500.000 euro)
Priorità 4. Assistenza ai minori migranti, compresi i minori non accompagnati (budget: 1.200.000 euro)
Priorità 5: Coinvolgimento delle comunità della diaspora sulla sensibilizzazione (budget: 500.000 euro)

I progetti riferiti alle priorità 1 e 2 devono essere realizzati da una partnership costituita da almeno tre diversi enti ammissibili stabiliti in almeno due diversi Stati UE. Per i progetti relativi alle priorità 3, 4 e 5 si richiede, invece, che la partnership sia costituita da almeno due diversi enti ammissibili di due diversi Stati UE. Per la priorità 5, almeno uno dei due enti deve essere un'organizzazione della diaspora.

Il contributo UE per i progetti selezionati potrà coprire fino al 90% dei loro costi totali ammissibili, ma la sovvenzione richiesta deve essere compresa tra:

€ 1.000.000 e € 2.000.000 per i progetti relativi alla priorità 1
€ 750.000 e € 1.000.000 per i progetti relativi alla priorità 2
€ 250.000 e € 400.000 per i progetti relativi alla priorità 3
€ 250.000 e € 600.000 per i progetti relativi alla priorità 4
€ 250.000 e € 500.000 per i progetti relativi alla priorità 5

I progetti proposti devono prevedere una durata massima di 36 mesi (priorità 1 e 2) o di 24 mesi (priorità 3, 4 e 5).

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 31 gennaio 2019, ore 17.00 (ora di Bruxelles).

Per approfondire

Fonte: Commissione Europea

(19 settembre 2018)