COVID19. Cosa c'è da sapere, in diverse lingue

La Regione Emilia Romagna pubblica una raccolta di informazioni  tradotte per i migranti


Spiegare agli stranieri che vivono in Italia l’emergenza legata al Nuovo Coronavirus è un atto necessario oltre che doveroso, a tutela della loro salute e delle comunità ospitanti. In Emilia-Romagna sono state così lanciate diverse iniziative, che vanno ad unirsi a quelle nazionali, per raggiungere tutti coloro che hanno poca padronanza dell'italiano. Qui di seguito una raccolta di fonti di informazione disponibili in lingua straniera:

Comune di Nonantola (Modena)
La scuola di italiano "Frisoun", gestita dal Comune in collaborazione con l'associazione "Giunchiglia-11", ha prodotto dei materiali informativi
in 14 diverse lingue (tra cui anche thai e twi). Realizzati inoltre degli audio-clip in lingua con le indicazioni relative ai comportamenti da adottare.

Comune di Ravenna
Il Comune di Ravenna ha pubblicato sul proprio sito le misure preventive per il contrasto alla diffusione del Nuovo Coronavirus in 14 lingue: albanese, arabo, bengalese, bulgaro, francese, inglese macedone, pidgin english, punjubi, rumeno, russo, spagnolo, ucraino e urdu. I file sono disponibili a questa pagina.

Comune di Reggio Emilia
Dieci raccomandazioni da seguire, tradotte in 10 lingue e in LIS

Comune di Scandiano (Reggio Emilia)
Alcune semplici raccomandazioni (tradotte in 6 lingue) per contenere il contagio da Coronavirus

Ausl di Modena
Il sito elenca le schede di sintesi in 9 lingue (italiano, inglese, francese, cinese, arabo, romeno, punjabi e urdu) con le principali misure di prevenzione e Numeri utili per la provincia di Modena.

Ausl di Reggio Emilia
Dalla Federazione Italiana Medici Pediatri, il decalogo per le famiglie disponibile in 7 lingue

Arca di Noè, coop. Soc. (Bologna)
Una campagna social (Stopcovid19) e un video in 7 lingue pensati per rendere più accessibili le regole di comportamento da osservare. La cooperativa ha realizzato i filmati coinvolgendo i suoi mediatori linguistici e culturali.

ARCI
Arci, con il supporto di UNHCR Italia - Agenzia ONU per i Rifugiati, lancia una piattaforma informativa sull'emergenza Nuovo Coronavirus collegata al portale Jumamap e al Numero Verde per richiedenti asilo e rifugiati (800905570), e dedicata in particolare a migranti, rifugiati e richiedenti asilo.
Per tutta la durata dell'emergenza il Numero Verde rimarrà attivo, avvalendosi della consulenza dei medici di Médecins du Monde - Missione Italia, in collaborazione con UNICEF Italia, per garantire orientamento e accesso ai servizi medico-sanitari.

Il Grande Colibrì
Una sezione speciale del sito raccoglie il materiale informativo, in diverse lingue, prodotto dall'associazione e da altre organizzazioni sull'epidemia di COVID-19 in Italia.

Regione Valle d’Aosta
L’autocertificazione necessaria per spostarsi è stata tradotta in altre lingue (albanese, arabo, cinese, inglese e spagnolo), affinché i cittadini di Paesi terzi possano comprenderne il contenuto. Si raccomanda tuttavia la compilazione e l’uso della versione italiana.

ASGI
L’associazione dedica una pagina all'emergenza Coronavirus, pubblicando un elenco di siti ufficiali (di enti istituzionali ed organizzazioni) che mettono a disposizione degli utenti stranieri tutte le informazioni più utili tradotte in lingua.

OIM Italia
Brochure multilingue, con le misure da adottare per affrontare l’emergenza legata al Nuovo Coronavirus, in linea con quanto stabilito dall'Organizzazione mondiale della sanità.

CIR
Il CIR (Consiglio Italiano Rifugiati) ha tradotto il Decreto ministeriale dell’8 marzo 2020 in arabo, urdu, bengalese, spagnolo, francese ed inglese: traduzioni disponibili
qui.

ECDC - European Centre for Disease Prevention and Control
Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) fornisce informazioni in inglese sull’evoluzione del COVID-19 e sulle precauzioni da adottare in specifiche condizioni di fragilità (gravidanza, presenza di patologie croniche preesistenti, persone immunodepresse e loro familiari e/o care givers) o se si è in isolamento/quarantena dopo che si è stati a contatto con pazienti già affetti dal Nuovo Coronavirus.
Qui viene anche mostrato, con immagini,
il modo corretto di lavarsi le mani.

Save the Children
L’organizzazione traduce in diverse lingue
10 suggerimenti per parlare di Coronavirus ai bambini.
Qui la raccolta di articoli e video (sottotitoli in italiano).

World Health Organization
La pagina dell’Organizzazione Mondiale della Sanità offre informazioni in inglese strutturate per tema: fake news e falsi miti sul coronavirus; viaggi e turismo; lavoratori in ambito sanitario; pubblico generale; aziende e titolari di azienda; politici.
Frequently Asked Questions: risposte alle domande più frequenti sul virus. Informazioni disponibili in arabo, cinese, inglese, francese, russo e spagnolo.




Fonte: Intercultura - Sociale Emilia-Romagna

 

(17 marzo 2020)