Conclusa la seconda edizione del "Premio in memoria di Emiliano Mondonico" per tecnici impegnati nel sociale

Definiti i 10 tecnici vincitori


La seconda edizione del "Premio in memoria di Emiliano Mondonico" per tecnici impegnati nel sociale, promossa nell'ambito dell'Accordo di Programma per la promozione delle politiche di integrazione attraverso lo sport tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed il CONI, realizzato da Sport e Salute, si è conclusa con l'individuazione dei 10 tecnici vincitori.

Il Premio si ispira alla figura di Emiliano Mondonico, capace di farsi interprete e portavoce, con il suo operato, della dimensione sociale dello sport e punta a valorizzare la figura di quei tecnici sportivi fortemente impegnati sui temi sociali e attenti al ruolo dello sport quale strumento di inclusione e integrazione.

Nel corso della seconda edizione, che ha coinvolto gli organismi sportivi riconosciuti dal CONI, le società sportive, le leghe professionistiche sportive e altre forme di associazioni, sono stati raccolti 49 profili di tecnici, rappresentativi di tutto il territorio nazionale; una partecipazione caratterizzata da spessore e qualità dei candidati, a testimonianza della crescente centralità rivestita dalle attività di inclusione attraverso lo sport.

Attraverso la Commissione giudicante, composta da rappresentanti del CONI, di Sport e Salute e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è stato fatto un accurato lavoro di valutazione e selezione di profili in linea con gli obiettivi del premio.

I tecnici individuati sono impegnati nella promozione di progetti sportivi in cui è centrale la dimensione sociale, caratterizzati da originalità e realizzati a favore di una o più categorie vulnerabili della popolazione, in territori a forte rischio di degrado. Sono state inoltre premiate esperienze con una maggiore capacità di coinvolgere reti sociali ed educative nel territorio, e con un'attenzione particolare alla dimensione di genere.

I vincitori selezionati sono stati premiati in occasione del Seminario Sport e Integrazione, realizzato il 2 dicembre all'Università di Tor Vergata a Roma, durante il quale sono stati presentati ai laureandi dei Corsi di Laurea di Scienze Motorie e di Scienze e Tecniche dello Sport.

Per l'edizione 2019, i tecnici vincitori del "Premio in memoria di Emiliano Mondonico" - che ricevono una targa di riconoscimento e un buono per l'acquisto di attrezzature sportive - sono (in sintesi e in ordine alfabetico):

  • Raffaele Contemi (AL): tecnico di rugby, co-fondatore e allenatore delle "Tre Rose Nere", composta da giovani rifugiati provenienti dall'Africa sub-sahariana
  • Valentina Di Matteo (NA): promuove l'integrazione di minori stranieri non accompagnati attraverso la pratica dell'atletica leggera
  • Gabriele Fabris (NA): istruttore di canoa, è attivo con giovani provenienti dal contesto di area penale e con background migratorio
  • Clara Florimo (RE): allenatrice di calcio, promuove iniziative contro il bullismo e per favorire l'integrazione
  • Maria Letizia Grasso (BO): attraverso l'arrampicata sportiva, favorisce l'inclusione di persone disabili e di persone a rischio devianza
  • Giancarlo Guani (SP): tecnico di volley, opera quotidianamente per la valorizzazione del ruolo sociale dello sport attraverso progetti rivolti ad anziani, bambini e disabili
  • Stefania Laurenda (RC): istruttrice di volley, promuove la cultura dell'inclusione attraverso percorsi dedicati a giovani a rischio di emarginazione
  • Vittorio Gabriele Antonio Merenda (MI): tecnico di calcio, è promotore di attività calcistica per i richiedenti asilo e per persone disabili
  • Vito Montalto (SR): promuove progetti di integrazione attraverso lo sport dedicati a ragazzi con background migratorio e provenienti da contesti difficili
  • Francesco Verza (RO): allena una squadra di calcio composta da richiedenti asilo e organizza attività di Nordic Walking per persone con disabilità

I nominativi dei vincitori e le relative schede di sintesi sono disponibili anche sul sito di progetto al seguente link


(2 dicembre 2019)