Programmazione dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l'anno 2018

Il DPCM del 15/12/2017, di imminente pubblicazione, è stato registrato alla Corte dei Conti

È stato firmato il 15 dicembre 2017, dal Presidente del Consiglio dei Ministri, il decreto con cui ogni anno vengono fissate le quote dei lavoratori stranieri che possono fare ingresso in Italia per lavorare, prevalentemente per motivi di lavoro stagionale.

Come nel 2017, il decreto fissa una quota massima di ingressi pari a 30.850 unità, 18.000 delle quali riservate agli ingressi per motivi di lavoro stagionale.

Le restanti 12.850 unità sono invece, come ogni anno, in piccola parte riservate ai lavoratori appartenenti a determinate categorie (lavoratori di origine italiana, lavoratori autonomi, lavoratori che hanno seguito all'estero corsi di formazione ex art. 23 T.U. Immigrazione) e, per la restante parte, riservate alle conversioni.

In data 21 dicembre 2017, il DPCM del 15 dicembre 2017 – decreto flussi per l’anno 2018, di imminente pubblicazione, è stato registrato alla Corte dei Conti.


(ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2018)