Fundamental Rights Report 2017

Presentato il Rapporto sui diritti fondamentali dell’Agenzia Europea per i Diritti fondamentali

Si è svolta a Roma, Martedì 11 luglio 2017, presso il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con il CIDU (Comitato Interministeriale per I Diritti Umani) la presentazione del Rapporto sui diritti fondamentali dell'Agenzia Europea per I Diritti Fondamentali (EU Agency for Fundamental Rights). La presentazione del Rapporto è coincisa con la celebrazione del 10° anniversario dall'istituzione dell'Agenzia stessa; come tutti gli anniversari, il raggiungimento di questa importante tappa ha offerto un'occasione di riflessione sia in merito ai progressi avvenuti nel corso dell'ultimo anno nel campo dei diritti fondamentali a livello europeo, sia soprattutto con riferimento ai persistenti limiti in materia a cui deve essere posto rimedio.

L'impegno dell'Unione Europea per la salvaguardia dei diritti fondamentali è aumentato molto negli ultimi dieci anni. Alla fine del 2009 la Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea è diventata uno strumento normativo giuridicamente vincolante, garantendo un'ampia gamma di diritti ai cittadini dell'Unione Europea e a tutti i residenti nell'Unione stessa. La sua adozione ha dato impulso a notevoli progressi, soprattutto a livello europeo.

La sezione principale di quest'anno, intitolata "Tra promesse e risultati concreti: 10 anni di diritti fondamentali nell'Unione Europea", fornisce un'analisi approfondita dei momenti salienti degli ultimi dieci anni, sottolineando contestualmente i punti critici.

I capitoli restanti prendono in esame i maggiori sviluppi verificatisi nel 2016 con riferimento a nove specifiche aree tematiche: La Carta Dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea e la sua applicazione da parte degli Stati membri; i principi di uguaglianza e non discriminazione; razzismo, xenofobia e relativa intolleranza; l'integrazione dei Rom; asilo e migrazione; privacy e protezione dei dati personali; i diritti dei minori; l'accesso alla giustizia, inclusi i diritti delle vittime di reati; e l'attuazione della Convenzione sui Diritti delle Persone con Disabilità.

Il Rapporto include anche i pareri del FRA sull'evoluzione delle aree tematiche relative ai diritti umani fornendo una panoramica informativa sulle principali sfide che l'UE e gli Stati membri devono affrontare per la realizzazione di tali diritti. Questi pareri forniscono proposte politiche concrete volte ad assicurare che la struttura europea per la salvaguardia dei diritti fondamentali possa in maniera più coerente apportare benefici a tutti gli individui che vivono nell'Unione.

Leggi il Rapporto.


Fonte: Agenzia Europea per i Diritti fondamentali


(17 luglio 2017)