"L'Induismo in Italia"

La prima approfondita ricerca sull'induismo nel nostro Paese a cura di Eurispes



 La ricerca

 


Legati profondamente alla loro fede, per la maggior parte residenti in Italia da oltre 10 anni e ben integrati, soffrono la scarsa conoscenza degli italiani rispetto alla loro cultura, alimentata anche da testi scolastici contenenti informazioni spesso poco corrette. Sono questi alcuni degli aspetti che emergono dal primo rapporto "Sull'Induismo in Italia", realizzato dall'Eurispes e recentemente presentato nell'ambito della Festa Dipavali organizzata dall'Unione Induista Italiana.

Gli induisti in Italia sono oggi oltre 150.000: oltre alla popolazione immigrata, si contano circa 30.000 cittadini italiani induisti.

Quella realizzata da Eurispes è la prima approfondita ricerca sull'Induismo nel nostro Paese, che prova a raccontare questa realtà da prospettive diverse e dà voce direttamente agli induisti, sia quelli italiani sia quelli stranieri che vivono sul nostro territorio.

L'indagine è stata condotta tra maggio 2018 e giugno 2019 ed ha coinvolto 330 induisti italiani e 519 induisti di origine straniera residenti in Italia, dai 18 anni di età in su. La rilevazione è stata realizzata soprattutto nei templi induisti, ma anche in alcuni luoghi di aggregazione dei lavoratori indiani. I questionari hanno indagato una serie di aree tematiche relative a cultura e pratica religiosa, condizione femminile, integrazione scolastica, discriminazione, conoscenza dell'Induismo e stereotipi.

A completare la ricerca una sezione che raccoglie 32 interviste in profondità ad opinion leader, studiosi di storia delle religioni, accademici, sociologi, esperti di dialogo interreligioso, immigrazione, integrazione.

 

Fonte: Eurispes

(5 novembre 2019)