Ingresso e soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di impiego in qualità di lavoratori stagionali

La circolare del MLPS con le istruzioni operative per gli uffici territoriali del lavoro

Il Decreto Legislativo 29 ottobre 2016, n. 203, recante attuazione della direttiva 2014/36/UE sulle condizioni di ingresso e di soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di impiego in qualità di lavoratori stagionali, ha dato attuazione nell’ordinamento nazionale alla direttiva 2014/36/UE del Parlamento europeo e del Consiglio sulle condizioni di ingresso e di soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di impiego in qualità di lavoratori stagionali.

Ai fini dell’attuazione del decreto, la Circolare n. 37 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali contiene le istruzioni operative sulle modifiche apportate all’articolo 24 del Testo Unico Immigrazione.

In particolare, nella circolare sono trattati i seguenti aspetti: Settori occupazionali stagionali; Sistemazione alloggiativa; Lavoro stagionale pluriennale; Conversione del permesso di soggiorno da stagionale a tempo determinato/indeterminato; Casi di rifiuto o revoca del nulla osta al lavoro stagionale; Indennità al lavoratore per i casi di rifiuto o revoca del nulla osta al lavoro stagionale e del relativo permesso di soggiorno.

Leggi la Circolare n. 37

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

(19 dicembre 2016)