Lavoro domestico, sospensione del versamento dei contributi

​ Slitta al 10 giugno il pagamento del primo trimestre del 2020




Si sarebbe dovuta pagare, come ogni anno, entro il 10 aprile la prima rata dei contributi dovuti dai datori di lavoro per badanti e collaboratori domestici, ma per effetto di quanto disposto dall'articolo 37 del Decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd decreto "Cura Italia"), intervenuto a seguito dell'emergenza Coronavirus, tale scadenza slitta al 10 giugno.

In particolare il Decreto prevede, per quel che riguarda i datori di lavoro domestico, la sospensione dal pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali, compresi i premi per l'assicurazione INAIL, in scadenza nel periodo compreso tra il 23 febbraio ed il 31 maggio 2020.

L'Inps, con un messaggio del 20 marzo scorso ha, pertanto, comunicato che i contributi relativi al primo trimestre 2020, per i quali l'Istituto ha inviato gli avvisi di pagamento pagoPA, con data di scadenza 10 aprile 2020, potranno essere versati entro il 10 giugno 2020, senza applicazione di sanzioni e interessi


Nessuna modifica è invece prevista, attualmente, per le rate successive. Il 2° trimestre, allo stato dovrà, quindi essere pagato entro il 10 luglio. Maggiori dettagli dovrebbero comunque essere forniti in una circolare Inps di prossima pubblicazione.

Fonte: Inps

(31 marzo 2020)