Nuova procedura per il ricongiungimento familiare

Dal 17 agosto 2017 è diventata interamente digitale

Dal 17 agosto 2017 la procedura di presentazione della domanda di ricongiungimento familiare da parte di cittadini stranieri regolarmente soggiornanti è diventata interamente digitale. La documentazione allegata alla domanda inviata allo Sportello Unico per l'Immigrazione si deve ora inviare in modalità informatica. È quanto ricorda la circolare del 31 luglio 2017 del ministero dell'Interno con le istruzioni relative alla nuova procedura di inoltro della "domanda di nulla osta al ricongiungimento familiare".

La nuova procedura consente allo Sportello Unico di verificare i requisiti relativi all'alloggio e al reddito e procedere al rilascio del nulla osta entro 90 giorni dalla presentazione della domanda. Al momento della convocazione presso lo Sportello per la consegna degli originali dei documenti, se gli stessi risulteranno congruenti con quelli inviati telematicamente, verrà rilasciata la comunicazione di avvenuto rilascio del nulla osta al ricongiungimento familiare.

Dal 17 agosto 2017, dunque, sul sistema di inoltro telematico delle istanze del Ministero dell'Interno (ALI), per i soli moduli di istanza di Nulla Osta al ricongiungimento familiare SM (ricongiungimento familiare), T (familiari al seguito) e GN (ricongiungimento del genitore naturale), sono presenti le nuove pagine dalle quali effettuare l'upload dei documenti necessari alla presentazione di tali istanze. Ogni documento allegato potrà avere una dimensione massima di 3MB in uno dei formati ammessi: PDF, JPEG, TIFF.


Per maggiori informazioni: la nota del Ministero dell'Interno


Fonte: Ministero dell'Interno

 

(29 agosto 2017)