PRESENTATO IL VI RAPPORTO ANCI-CITTALIA SUI MINORI NON ACCOMPAGNATI

I COMUNI E LE POLITICHE DI ACCOGLIENZA

È stato presentato ieri 27 luglio a Roma, presso la Sala Conferenza ANCI, il VI Rapporto Anci-Cittalia sui minori non accompagnati dal titolo “I Comuni e le politiche di accoglienza”. Il rapporto fotografa la situazione dell’accoglienza dei minori non accompagnati nel biennio 2004-2014.

La prima parte del rapporto è dedicata alla presentazione dei dati sui minori non accompagnati presi in carico dagli Enti Locali. Al 2014, è Roma il Comune con il maggior numero di MSNA (1960), seguono Reggio Calabria (695), Palermo (557), Messina (556), Catania (532). Oltre il 96% dei giovani presi in carico dai servizi sociali risulta essere di genere maschile, mentre il 55,6% risulta diciassettenne.  Oltre la metà dei minori (53,8%) proviene da Egitto, Bangladesh, Gambia, Albania. Dal 2006 al 2014 il Report rileva inoltre un considerevole aumento del numero di minori richiedenti protezione internazionale, si è infatti passati dai 251 del 2006 agli oltre 3000 del 2014.

L’ultima parte del Rapporto è dedicata all’analisi degli interventi e dei servizi destinati ai MSNA e alle risorse economiche spese dai Comuni per la loro accoglienza. I colloqui con i minori, il collocamento del minore in luogo sicuro, la richiesta di apertura della tutela, la segnalazione alla Procura, l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale e la richiesta del permesso di soggiorno, costituiscono circa il 60% degli interventi in materia di assistenza e protezione realizzati dagli Enti Locali.

Rispetto invece alla spesa complessiva sostenuta dai Comuni nell’arco del 2014 per i servizi e gli interventi in favore dei minori stranieri quasi il 45% spende meno di 50 mila euro; il 12,5% spende tra i 50 mila e 100 mila euro; l’11,8% spende tra i 100.000 e i 300.000 euro; il 4% supera il milione.

LEGGI IL RAPPORTO COMPLETO

Fonte: ANCI-CITTALIA

(28 luglio 2016)