Percorsi di orientamento e avviamento al lavoro

Iniziative per favorire l'integrazione socio-lavorativa

“Percorsi di Orientamento e Avviamento a Lavoro” – POAL per promuovere l’occupabilità al lavoro di cittadini migranti in condizione di disagio occupazionale, tramite servizi di informazione, orientamento al lavoro e valorizzazione delle competenze informali, attraverso l’attivazione di servizi individuali personalizzati

 

 

 

L’Associazione On the Road Onlus, in partenariato con la Cooperativa Capitani Coraggiosi,  Compagnia delle Opere Marche Sud e con ente capofila la Provincia di Ascoli Piceno, ha promosso il progetto “Percorsi di Orientamento e Avviamento a Lavoro” – POAL, finanziato dal Fondo Europeo per l’Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi 2007-2013.
La data di avvio attività è stata il 19 settembre 2012 mentre quella di termine il 31 giugno 2013. I destinatari del progetto sono stati: 50 cittadini di Paesi terzi o apolidi titolari di permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato e attesa occupazione, le vittime di tratta con permesso di soggiorno di protezione sociale; 20 cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale in particolare giovani di età compresa fra i 16 e i 29 anni. La motivazione della scelta di questo target è stata dovuta dalla forte presenza sul territorio della Provincia (il 50% dei residenti ha un'età compresa fra i 16 e i 29 anni).
Nel particolare, dei 50 cittadini di Paesi terzi si annovera la diversa provenienza/nazionalità di: n.20 dal Senegal, n.14 dalla Nigeria, n.1 dal Congo, n.12 dal Marocco, n.3 dalla Tunisia, n.5 dall’Albania, n.2 dal Kosovo, n.2 dalla Serbia, n.2 dalla Macedonia, n.1 dall’Ucraina, n. 2 dal Bangladesh, n.2 dal Pakistan, n.1 da Cuba.
Obiettivo generale di POAL è stato di promuovere l’occupabilità al lavoro di cittadini migranti in condizione di disagio occupazionale, tramite servizi di informazione, orientamento al lavoro e valorizzazione delle competenze informali, attraverso l’attivazione di servizi individuali personalizzati mirati e finalizzati alla promozione dell’occupazione. Nello specifico le finalità sono state di: sostenere la promozione dell’autodeterminazione della persona, mediante un lavoro di motivazione e orientamento volti all’acquisizione di autoconsapevolezza, al recupero della propria immagine, della fiducia, alla scoperta del proprio potenziale, alla co-elaborazione e realizzazione di un progetto personale di autonomia; sostenere la promozione dell’autodeterminazione della persona attraverso l’avvio e lo sviluppo dei programmi individualizzati di formazione e inclusione lavorativa; migliorare il livello di dialogo e collaborazione tra quanti si trovano ad avere un ruolo nella riabilitazione e integrazione socio-economica dei cittadini di Paesi terzi; garantire il raggiungimento degli obiettivi del progetto nel rispetto dei vincoli determinati dal bando, attraverso la piena operatività del progetto stesso.
Le attività progettuali sono state articolate in: accoglienza e orientamento; attività propedeutiche direttamente volte all’inserimento lavorativo (laboratorio sulle professioni, laboratorio orientamento territoriale, simulazione di colloquio di lavoro, laboratorio di contrattualistica, ricerca attiva del lavoro; percorsi di inserimento lavorativo (individuazione e contatto imprese per la creazione di una banca dati delle aziende; sostegno all’auto imprenditorialità; laboratori esperienziali e bottega dei mestieri inerenti ad attività esperienziali presso aziende e imprese artigiane). L’attività laboratoriale ha garantito diversificate azioni di accompagnamento, quali tutoraggio esterno di intermediazione e tutoraggio in impresa. Dal lato operativo, i laboratori esperienziali hanno avuto durata bimestrale per un numero di 20 destinatari, mentre la bottega dei mestieri ha avuto la durata di 4 mesi per un numero di 8 destinatari.
Tra i risultati registrati si ricordano: 1. attività propedeutiche direttamente volte all'inserimento lavorativo attraverso 7 laboratori interattivi pluritematici per un totale di 67 destinatari (il numero leggermente inferiore di destinatari finali è da attribuirsi alla difficoltà del reperimento di tutti i requisiti richiesti dal progetto da parte di alcuni dei possibili beneficiari individuati che in corso d’opera hanno cambiato il proprio status occupazionale); 2. n.53 bilanci di competenza effettuati; 3. contattate n. 41 aziende della Provincia di Ascoli Piceno dei comparti turismo, servizio alla persona, artigianato, industria, ristorazione, servizi alle imprese, commercio; 4. attivate n.8 botteghe e  n.21 laboratori esperienziali (1 sostituzione). Alcune delle persone sono state assunte o richiamate con contratti occasionali/stagionali dalle stesse aziende o da altre; n.1 incontro di consulenza per n.1 beneficiario e n.2 Seminari di approfondimento; contattati n.42 enti della Provincia di Ascoli Piceno.
Per ulteriori informazioni, su attività promosse e risultati conseguiti, è possibile contattare l’Associazione On the Road onlus al numero di telefono 0861/796666, oppure inviare un’e-mail a Servizio Orientamento e Inserimento Lavorativo lavoro@ontheroadonlus.it ; tutor@ontheroadonlus.it

 

 

Fonte: On the Road onlus

 

(13 novembre 2013)