Emilia-Romagna

L'Emilia-Romagna si mantiene al 2° posto (dopo la Lombardia) all'interno della macro-area Nord Est per la presenza della popolazione straniera regolarmente soggiornate (533.479 persone, al 01.01.2016 di cui il 53,4% sono donne), pari al 12% della popolazione residente complessiva.

Rispetto al 2015 si registra in regione un leggero calo (-0,1%), nel triennio 2014-2016 la popolazione straniera residente è rimasta sostanzialmente stabile con una tendenza alla diminuzione. La popolazione straniera presente in Regione rappresenta il 10,6% del totale popolazione straniera residente a livello nazionale.

La provincia con la presenza più numerosa di residenti stranieri è Bologna (117.122 residenti stranieri il 22% del totale dei residenti regionali) cui segue la provincia di Modena (91.867 residenti stranieri).

L'incidenza degli stranieri è massima nella provincia di Piacenza, dove sono il 14,2% della popolazione residente e minima in quella di Ferrara, dove sono l'8,5%.

Si tratta di una popolazione in prevalenza femminile (53,4%, in linea con il dato nazionale), soprattutto nelle province di Ferrara (56,7) e Rimini (56,6%). Il paese straniero più rappresentato è la Romania con 85.479 residenti e un'incidenza del 16% sulla popolazione totale, seguono il Marocco ( 64.914 residenti, 12,2% l'incidenza) e l'Albania (60.217 residenti, 11,3% l'incidenza).


Approfondimenti

​Partecipazione in Emilia-Romagna: vai al Focus

​Mediazione interculturale in Emilia-Romagna: vai al Focus