Marche

IN EVIDENZA

Area Immigrazione del sito delle Politiche Sociali della Regione

Portale Migranti Marche


Al 31 dicembre 2017 gli stranieri residenti sul territorio marchigiano erano 136.045, l’8,9% della popolazione regionale e in maggioranza donne (54,5%). In un anno il numero dei residenti stranieri è diminuito di 154 unità, un dato che conferma il trend di decrescita della popolazione immigrata in atto da quattro anni. Rispetto alla media nazionale (8,3%), per la prima volta dal 2011, la percentuale è scesa sotto il 9%. Il numero è sceso anche per l’acquisto della cittadinanza italiana da parte di oltre 8mila persone. Anche le nascite dei bambini stranieri sono in calo.


La distribuzione dei residenti stranieri tra le cinque province marchigiane ha subito dei cambiamenti interessanti rispetto al 2016. Se la provincia con più residenti resta, senza variazioni nei numeri, quella di Ancona (43.350), in quelle di Macerata e Pesaro Urbino, rispettivamente al secondo e terzo posto, si registra una diminuzione, passando la prima da 31.020 a 30.329 residenti e la seconda da 30.100 a 29.996. Al contrario, in quelle del sud della regione c’è stato un incremento: a Fermo (al quarto posto) si è passati da 17.770 a 18.250 residenti e ad Ascoli Piceno (al quinto posto) da 13.959 a 14.120.


Nelle Marche gli stranieri presenti sono per ben oltre la metà europei, romeni soprattutto e albanesi in leggero calo, seguiti dagli asiatici, cinesi in particolare. Gli africani sono meno del 20%, marocchini in maggioranza e gli americani a poco più del 7%. 

Approfondimenti

​Partecipazione nelle Marche: vai al Focus

​Mediazione interculturale nelle Marche: vai al Focus