Gli alunni con cittadinanza non italiana - 2016/2017

 

Nell'A.S. 2016/2017 gli studenti e le studentesse di origine migratoria presenti nelle scuole italiane sono circa 826mila con un aumento di oltre 11mila unità rispetto all’A.S. 2015/2016 (+1,38%). L’aumento è di entità leggermente superiore per i maschi (+5.994; +1.41%) rispetto alle femmine (+5.246; 1,34%) che nel complesso rappresentano il 48% degli studenti con cittadinanza non italiana (Tav. 1). E’ un dato ormai consolidato che gli studenti di origine migratoria sono parte integrante della popolazione scolastica nazionale, rendendo di fatto la scuola italiana sempre più multietnica e multiculturale. La presenza di studenti con cittadinanza non italiana, riscontrabile in misura contenuta negli anni ’80, registra un consistente incremento nei successivi anni ’90 con l’afflusso di oltre 100mila studenti. E’ tuttavia nel primo decennio del duemila e fino all’A.S. 2012/2013 che i numeri diventano notevoli con l’ingresso di quasi 670mila studenti con cittadinanza non italiana nell’arco degli anni dal 2000/2001 al 2012/2013 (Serie storica in Appendice e Graf.1). Gli anni recenti si caratterizzano per un deciso rallentamento della crescita con un aumento di sole 39mila unità dal 2013/2014 al 2016/2017. La costante flessione degli studenti con cittadinanza italiana, diminuiti nell’ultimo quinquennio di quasi 241mila unità, fa sì comunque che continui ad aumentare l’incidenza degli studenti di origine migratoria sul totale, passata da 9,2% a 9,4%. Se ne deduce che siano proprio gli studenti con cittadinanza non italiana il fattore tuttora dinamico del sistema scolastico italiano (Tav.2 e Graf. 2).