HomeEsplora tagLavoroAccordo Assolavoro-sindacati per l'inclusione socio-lavorativa dei migranti vulnerabili



11 aprile 2022

Accordo Assolavoro-sindacati per l'inclusione socio-lavorativa dei migranti vulnerabili


Stanziati 45 milioni di euro per percorsi formativi, accoglienza, indennità una tantum e altre prestazioni

L'Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro (Assolavoro) e i sindacati di categoria Nidil Cgil, Felsa Cisl, UilTemp hanno sottoscritto un accordo per agevolare l’accoglienza, l’inclusione e l’inserimento socio-lavorativo di migranti vulnerabili delle seguenti categorie: titolari di protezione internazionale (status di rifugiato e protezione sussidiaria), protezione temporanea e protezione speciale.

L'obiettivo è attivare percorsi formativi per facilitare le transizioni lavorative, riducendo il mismatch di competenze, fornire un sostegno immediato all’autosufficienza e supportare i lavoratori delle Agenzie per il Lavoro che accolgono queste persone. L'accordo prevede:

-l'attivazione, a seguito di una dedicata attività di Bilancio di Competenze, di tre differenti percorsi formativi per i migranti vulnerabili: una Formazione base di lingua italiana, una Formazione base di cultura ed educazione civica italiana e/o una Formazione Professionale;

- un'indennità “una tantum” variabile da € 1.000 a € 1.500 per i migranti vulnerabili che partecipano ai percorsi formativi e per i lavoratori somministrati che li ospitano;

- Prestazioni Ebitemp: per favorire l’inclusione sociale dei migranti vulnerabili in missione presso un’Agenzia, ed anche dei soggetti coinvolti in uno dei percorsi di formazione sopra citati, è stato previsto un accesso agevolato al Contributo Asilo nido e al Sostegno all’istruzione. Per la stessa platea sono state infine istituite due nuove prestazioni: il Rimborso assistenza psicologica e il Rimborso acquisto beni prima necessità bebè.

L’Accordo ha previsto uno stanziamento di risorse fino a 45 milioni di Euro, con una ripartizione pari a: 3 milioni di Euro per il Bilancio delle competenze e per la formazione base di lingua e cultura italiana, 37 milioni di Euro per la formazione professionale, e 5 milioni di Euro per le prestazioni erogate da Ebitemp.